Scarica il Red Notebook del progetto europeo MARRY WHEN YOU ARE READY.
  • Il matrimonio precoce è una DIMENSIONE SOCIALE
    1. Mettere al centro la persona
  • Il matrimonio precoce è un ARGOMENTO DI POLITICA PUBBLICA
    1. Prospettiva di lungo periodo
    2. Livello locale e sussidiarietà
    3. Mainstreaming nella politica decisionale ordinaria
  • Il matrimonio precoce è una QUESTIONE DELLA COMUNITÀ
    1. Le donne Rom come operatrici nelle comunità
    2. Spazi comunitari: un bisogno non riconosciuto
    3. Scuola, scuola, scuola: l’istruzione è la chiave
  • Il matrimonio precoce è una CAUSA COMUNE
    1. Contrastare il razzismo e gli stereotipi
    2. La responsabilità della società civile

L’attenzione delle azioni politiche che proponiamo per prevenire e contrastare i matrimoni precoci e combinati è focalizzata sulle ragazze,
sui bambini, sui giovani e sulle giovani donne Rom. Lo scopo è quello di aumentare la loro capacità di autodeterminazione nelle scelte di vita, pesantemente ostacolate dalla discriminazione plurima a cui sono esposte in base al genere, all’etnia, alla giovane età e alla posizione sociale.
Le misere condizioni di vita – la povertà, la segregazione, il basso livello culturale della famiglia, l’accesso limitato alle opportunità di istruzione – ostacolano duramente sin dall’inizio le loro opportunità di sviluppo individuale. Sia la loro cultura patriarcale d’origine che la cultura razzista dominante
si configurano come forze oppressive negative che soffocano il progresso intercomunitario e rendono residuali le possibilità di scelta individuali.

La pratica dei matrimoni precoci può essere contrastata soltanto attraverso un approccio intersettoriale che affronti, con una visione politica unitaria di lungo periodo, il complesso nodo dei fattori ambientali oppressivi. Il coinvolgimento del sistema scolastico, delle istituzioni pubbliche locali e della società civile è di cruciale importanza per il cambiamento sociale che può aiutare le ragazze Rom a emergere dalla propria condizione di estrema fragilità. Il risultato atteso di queste azioni è aprire una breccia nell’isolamento sociale della comunità Rom, che esaspera le prerogative e gli atteggiamenti tradizionali. Questo approccio integrato intersettoriale tiene in considerazione i condizionamenti della famiglia e della comunità: dovrebbe essere preso in considerazione il coinvolgimento dei generi e di tutte le generazioni, soprattutto dei genitori. La strategia operativa che proponiamo si basa sul lavoro all’interno delle comunità degli operatori sociali, dei mediatori e degli attivisti Rom e sul protagonismo delle donne Rom, preziose promotrici del
cambiamento intracomunitario.

Download la Red Notebook per usarla e disseminarla:

Per altre necessità o utilizzi specifici, contattare il Coordinatore per e-mail

workshop dell progetto HASP organizzato dal fondazione risorsa donna

  15 novembre 2017 a Roma , partecipazione al workshop dell progetto HASP organizzato dal Fondazione Risorsa donna. Partecipanti : esperti sula questa tematica. Dove   Saska Jovanovic e presentata il progetto mwyar e il loro rapporto finale.                                     […]Read More »

HASP Project – Honour Ambassadors against Shame Practices Formazione sulla violenza fondata sull'onore

Formazione sulla violenza fondata sull’onore 28 Ottobre / 18 Novembre 2017 alla Facoltà di Medicina e Psicologia – Sapienza Università di Roma Aula 14 – Via dei Marsi 78, Read More »

II Congresso internazionale delle donne Rom : "Le altre donne" 23 e 24 marzo 2018 - Barcellona

21 ottobre , centro culturale michele testa a roma, Incontro degli giovani rom e sinti con le attiviste rom per la preparazione del materiale per il II Congresso internazionale delle donne Rom : “Le altre donne” 23 e 24 marzo 2018 – Barcellona, Catalunya. Dove il red notbook abbiamo usato come materiale per preparare il […]Read More »

Older Entries »

Read all similar posts in italian